Quanto è giusto spendere per il marketing?

Non briciole… ma solo buon senso

Una nostra cliente di recente ci ha posto proprio questa domanda.

Una risposta valida per tutte le situazioni ovviamente non c’è.

Però potremmo partire a ragionare insieme sul fatto che occorre mettere a budget ogni anno un certo importo per il marketing operativo. È una voce sulla quale nessuna azienda o attività economica può ormai soprassedere, perché il digitale, con la massima diffusione di internet e dei social, ha aperto scenari molto vivaci e sfidanti per qualsiasi tipo di attività che include la vendita, e che impattano direttamente anche sulla comunicazione tradizionale o offline. In altre parole, la concorrenza non è detto che sia aumentata, ma senz’altro lotta ogni giorno per conquistare maggiore visibilità e un più alto numero di contatti utili.

Come facciamo a individuare l’importo giusto ogni anno?

Come per ogni altra attività di acquisto, la pianificazione è la miglior strategia per poter comprendere innanzitutto cosa meglio funziona per posizionare sul mercato la nostra attività in modo efficace e remunerativo e per mantenere o correggere nel tempo questa posizione.

Nel marketing non si devono fare necessariamente grandi cose per avere un grosso impatto sulla visibilità. Piuttosto bisogna fare le cose giuste, sia in termini di sostenibilità per l’azienda, sia in termini di raggiungibilità degli obiettivi che man mano ci si pone. E occorre lavorare con costanza e consapevoli che occorre coerenza di azione tra ciò che si promette al mercato e ciò che si può realizzare nella realtà.

Il punto focale sono proprio “le cose giuste”. Quali sono le cose giuste per la tua azienda?

Qui si apre un tema critico. Le opportunità di comunicazione per un’attività possono essere tante e variegate, ma non tutte funzionano per tutti allo stesso modo. Inoltre la competizione globale, grazie proprio agli sviluppi offerti in tecnologia e contenuti dalla comunicazione digitale, sta toccando livelli di complessità che raramente sono accessibili alla comprensione immediata delle PMI, spesso completamente prese dalla produzione e dalla gestione quotidiana della propria attività.

Il modo migliore per non sprecare denaro è ragionare in termini di strategia complessiva, in modo da poter individuare meglio chi sono i nostri clienti potenziali, dove si trovano, quale modalità di comunicazione è la più efficace, cosa occorre comunicare e come farlo nel modo più immediato e comprensibile. Su queste basi, l’investimento in marketing è sicuramente efficace e ci permette di avere un ritorno concreto e calcolabile.

Ecco perché il team di Vendere 2.0 è organizzato per mettersi al fianco dell’imprenditore e sviluppare ogni singolo passaggio, sia concettuale che operativo, partendo dall’individuazione della migliore strategia e arrivando alla realizzazione di un piano di comunicazione sostenibile sia economicamente che organizzativamente.

Se vuoi sapere come possiamo aiutarti,

contattaci!